Thursday 19 Sep 2019

You are here Compagnie Verona Gli Insoliti Noti di Verona

Gli Insoliti Noti di Verona

Anno di fondazione: 2000
Presidente: Ettore Carcereri
Indirizzo: Via Monzambano, 13 - 37136 Verona
Telefono: 349 5058849
Fax: 045 7050012
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito web: www.gliinsolitinoti.org
Referenti: Donato De Silvestri - 328 9757934 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Spettacoli disponibili


NUDA PROPRIETÀ
di Donato De Silvestri

Regia di Vincenzo Rose

Tipo di teatro: brillante, in lingua

LOCANDINALOCANDINA     FOTOFOTO     FOTOFOTO
Nuda proprietà è una commedia brillante che affronta con la leggerezza del sorriso alcuni dei tratti inquietanti che caratterizzano la nostra quotidianità. Trama: La vicenda trae spunto dal dissesto finanziario di una banca veneta che trasforma un'anziana signora tipica rappresentante della classe media in una povera donna indebitata e "rapinata" di tutti i suoi averi. Da lì l'idea di vendere la nuda proprietà del suo appartamento, consigliata da un amico che abita nello stesso palazzo e che nutre nei suoi confronti una discreta attrazione. I tentativi di vendita danno l'occasione per aprire una finestra sulla precarietà economica delle giovani coppie e sul folto popolo dei voucheristi. Il tutto è velatamente avvolto dall'atmosfera di un misterioso giallo, su cui indaga un poliziotto che sa coniugare la ruvidezza del mestiere con ironica astuzia e simpatica benevolenza.

CACCIA AL COPIONE
di Donato De Silvestri

Regia di Vincenzo Rose

Tipo di teatro: brillante, in lingua

LOCANDINALOCANDINA     FOTOFOTO     FOTOFOTO
Caccia al copione è una commedia che intende presentare idee e soluzioni tecniche originali ed innovative, coniugando la più genuina tradizione del teatro brillante con il cabaret e la multimedialità. La trama: un autore di teatro amatoriale è alla ricerca del soggetto per un nuovo copione da mettere in scena con la propria compagnia: vorrebbe trovare qualcosa che apra nuovi orizzonti, ma che, nello stesso tempo, conservi inalterata l'identità e la personalità del gruppo. Si apre quindi uno stimolante gioco di teatro nel teatro, dove l'attualità dialoga con flashback di un passato assopito, cercando ad un tempo di prendere le distanze da esso. Il ritmo sostenuto e la recitazione dinamica, tipici della regia di Vincenzo Rose, ben si fondono con l'ironia di un testo che coinvolge il pubblico in un crescendo di tensione e di divertimento.

MALEDETTO (IN)SUCCESSO
di Donato De Silvestri

Regia di Vincenzo Rose

Tipo di teatro: brillante, in lingua

FOTOFOTO     FOTOFOTO     LOCANDINALOCANDINA
L'idea di Maledetto (In)successo è stata ispirata da Producers, un musical che ha trionfato a Broadway fino al 2007 ed è stato portato sul set cinematografico nel 1968 e nel 2005. Il Cav. Otello Riporti, un impresario teatrale sull'orlo del fallimento, riceve la visita di un contabile che gli prospetta l'ipotesi di ricavare soldi a palate da un'impresa tanto originale quanto discutibile. I due decidono quindi di costituire un cast d'eccezione e di trovare un copione che garantisca l'esito sperato. La scelta ricade sulla biografia di una danzatrice classica cubana: Alicia Alonso, pseudonimo di Alicia Ernestina de la Caridad del Cobre Martínez Hoyo, opera di un neofita drammaturgo ceco. La vicenda, raccontata con il ritmo incalzante e lo humour, che costituiscono i tratti consolidati dell'accoppiata De Silvestri/Rose, è arricchita dall'incontro con una serie di improbabili personaggi, i quali, come dice Otello, appaiono talora al pubblico "nella metaforica incarnazione del sé e del proprio contrario".

IO 2 FIGLIE e 3 VALIGIE
tratto da "OSCAR" di C. Magnier

Regia di Vincenzo Rose

Tipo di teatro: brillante, in lingua

LOCANDINALOCANDINA     FOTOFOTO     FOTOFOTO
Io 2 figlie e 3 valigie è il titolo italiano di Oscar, una riuscitissima commedia che Louis De Funès interpretò nel 1959 e portò sullo schermo alla fine degli anni sessanta. La scelta di riproporre questa commedia, già messa in scena nel 2007, vuole omaggiare il grande comico francese facendo rivivere al nostro pubblico la sua genialità ed il suo sorriso. La vicenda si svolge nell'estate del 1973 nella campagna alle porte di Parigi. Barnier, ricco imprenditore, riceve Christian, suo contabile, che confessa di aver sottratto alla ditta 60.000.000 di franchi per sposare sua figlia, alla quale intende restituire la somma dopo le nozze. Le cose si complicano però in un crescendo di equivoci che mettono in gioco il contenuto di 3 valigette, una cameriera che sposa un barone, fidanzato di una figlia, incinta di un autista scomparso, promessa sposa del massaggiatore di papà. Un colpo di scena conclusivo rimetterà in gioco le relazioni, la paternità e, ovviamente... le valigie.

UN ESILARANTE GIORNO DI FOLLIA
di Donato De Silvestri

Regia di Vincenzo Rose

Tipo di teatro: brillante

LOCANDINALOCANDINA     FOTOFOTO     FOTOFOTO
Commedia per un pubblico eterogeneo, dagli adulti ai ragazzi, dagli abituali frequentatori del teatro ai neofiti, da chi apprezza uno humor sottile e non scontato a chi cerca soltanto un momento di rilassante allegria. Equivoci e gags si alternano con un ritmo irresistibile coinvolgendo gli spettatori in un gioco comico che si rinnova incessantemente, ma che propone anche momenti intensi di riflessione sull'amicizia, la diversità e su una società tecnologica in bilico tra finzione e realtà.