Monday 22 Jul 2024

You are here Fita Veneto Teatro dalla Scuola: l'IISS "Albert Einstein" di Piove di Sacco (PD) conquista la 60ª edizione

Teatro dalla Scuola: l'IISS "Albert Einstein" di Piove di Sacco (PD) conquista la 60ª edizione

È l'IISS «Albert Einstein» di Piove di Sacco (Padova) per "La zattera della Medusa" il vincitore della 60ª edizione di "Teatro dalla Scuola", manifestazione dedicata ai laboratori teatrali delle scuole superiori della regione organizzata dal Comitato Veneto della Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA) e inserita, quest'anno, in un progetto sostenuto da UPI – Unione Province Italiane, condiviso dalla Provincia di Vicenza (ente capofila), da Comune, Provveditorato, Liceo Quadri e Accademia Olimpica di Vicenza, oltre che dalla Provincia di Rovigo. La premiazione si è svolta venerdì 9 giugno al Teatro San Marco di Vicenza, che nei giorni precedenti aveva ospitato le esibizioni dei gruppi giunti alla finale sui diciotto candidati.

Diretto da Giancarlo Schiavon e Antongiulio Barbujani. Il testo ha convinto la giuria (composta da Alessandra Agosti, Francesco Maria Ara, Filippo Bordignon e Annarita Scaramella), che così ha motivato il riconoscimento: «Ispirato al celebre dipinto del francese Théodore Géricault, lo spettacolo ha dato prova di sintesi e astrazione, secondo un linguaggio che ha nei corpi dei suoi protagonisti uno degli elementi più evocativi ed emozionanti. Impiegando elementi di scena minimi e senza l'ausilio di particolari scenografie, "La zattera della Medusa" dimostra un lavoro registico coeso e originale, avvalendosi, in aggiunta, di musiche non scontate e di un funzionale lavoro sulle luci. Altro grande elemento di pregio è il lavoro drammaturgico sul testo, un patchwork che alterna brani di Melville, De Andrè e Baudelaire, fondendoli con liriche degli studenti stessi e pervenendo a un amalgama omogeneo e, a tratti, commovente. Il tema del naufragio viene affrontato senza ricorrere a scontati parallelismi con fatti di cronaca della società contemporanea, caricandosi così di un'universalità in grado di lanciare, con una forza ancora più dirompente, il grido di chi si sta aggrappando alla propria vita come se questa fosse una zattera in un mare tempestoso».

La giuria ha assegnato altri due riconoscimenti. Per la migliore regia è stato premiato l'IS «Antonio Scarpa» di Motta di Livenza (Treviso) per "La guerra di Troia non si farà": «Riuscire a coinvolgere l'interprete nella propria visione - si legge nella motivazione - è uno degli elementi che fanno la differenza tra una regia e una buona regia. Così avviene in questo spettacolo liberamente ispirato a un testo di Jean Giraudoux e firmato da Giacomo Bisceglie, sapientemente condiviso con i suoi giovani attori, essenziali nel rendere l'ironia e la giocosità del testo, pur nello spessore della tematica espressa». Per la migliore recitazione collettiva, invece, premio all'ITC «Pier Fortunato Calvi» di Padova di scena con "V.V." (nella foto a sinistra), scrittura condivisa da tutto il cast partendo da un testo di Patrizia Tramarin, anche alla regia con Annalisa Toniolo. Questa la motivazione del riconoscimento: «La riuscita interazione tra generazioni (giovani e adulti) e tra ruoli (studenti e insegnanti, gli uni e gli altri pronti a mettersi in gioco e a condividere emozioni, fragilità, sogni e passioni) rappresenta la marcia in più di questo spettacolo fresco e coinvolgente. Il vivace dialogo tra i personaggi sulla scena rivela in filigrana un divertirsi e crescere insieme che è senza dubbio tra gli obiettivi più auspicabili per un Laboratorio teatrale scolastico».

La premiazione, presentata da Manola Borgato e intervallata da spezzoni dello spettacolo "Il peso delle cose" proposto dall'Istituto Tecnico Agrario Statale «Alberto Trentin» di Lonigo, ha visto la partecipazione del presidente di FITA Veneto Mauro Dalla Villa e di Gianfranco Ara, consigliere Fita Veneto e componente della giuria itinerante che ha selezionato gli spettacoli in tutta la regione (completata da Urbano Bonato, Aurora Zarantonello, Luisa Vigolo, Isabella Trevisi, Virgilio Mattiello e da Liliana Boni, che con Antonio Baldo è stata fondatrice della manifestazione). Per la Provincia di Vicenza ha partecipato alla cerimonia la vicepresidente Maria Cristina Franco, che ha ribadito il ruolo essenziale del teatro nelle scuole, come fattore di crescita personale e culturale, concetto ribadito anche dal presidente della Regione Vento nel suo messaggio di congratulazioni a organizzatori e partecipanti, letto in apertura.

La cerimonia è stata seguita anche dalla folta rappresentanza di Fita nazionale che a Vicenza ha tenuto in questi giorni la propria Conferenza Quadri: al San Marco erano presenti tutti i presidenti regionali Fita d'Italia, oltre all'intero consiglio direttivo, al vicepresidente Ado Zordan e al presidente nazionale Carmelo Pace.